Navigare con la famiglia in tutta sicurezza

CastAwayRaft

Per i bambini, anche molto piccoli, un’uscita in barca con la famiglia può trasformarsi in una fantastica avventura. Per rendere l’esperienza di navigazione assolutamente positiva è bene che gli adulti adottino alcuni semplici accorgimenti in tema di sicurezza.

Il programma della crociera dovrà essere adatto all’età del bambino sia per quanto riguarda la lunghezza della navigazione, sia per le condizioni meteo, anche se appena sono in grado di camminare i bambini, avendo un baricentro molto basso, sono abbastanza stabili e difficilmente soffrono il mal di mare. La vera difficoltà, con i bambini, è di non perderli mai di vista, quindi è bene che un adulto li segua nei loro spostamenti.

Fondamentale nella preparazione della barca sarà la messa in sicurezza degli ambienti: il consiglio è di mettere delle reti alle ringhiere sui lati dell’imbarcazione per evitare cadute accidentali in acqua. Dentro la cabina, che è un ambiente relativamente privo di pericoli rispetto al ponte, si dovrà invece fare attenzione che gli interni abbiamo gli angoli ben arrotondati e controllare che i bimbi non tocchino la strumentazione elettronica (VHF, EPIRB). Meglio portare qualche gioco per tenerli occupati in caso di maltempo.
Se la navigazione dura più giorni e il bambino è molto piccolo potrà dormire direttamente dentro la navicella della carrozzina. Se i bambini invece sono un po’ più grandicelli dedicare loro una cuccetta li farà sentire più a casa. Montare nelle cuccette dei “teli antirollio” consentirà di avere lettini completamente sicuri.

Per quanto riguarda l’attrezzatura di bordo, occorre prendere in considerazione il Decreto Ministeriale 478/1999 che al suo articolo 6 , intitolato Mezzi di salvataggio e dotazioni di Sicurezza impone a tutte le imbarcazioni entro le 3 miglia dalla costa di avere un giubbotto di salvataggio e un salvagente anulare con cima per ogni persona a bordo. Il giubbotto di salvataggio deve essere obbligatoriamente indossato non appena il bambino riesce a camminare, soprattutto se si trova sul ponte. In alcuni casi si può anche utilizzare una cintura di sicurezza con punto d’attacco sulla schiena che consenta di recuperarlo in caso di caduta accidentale in mare.

A partire da 6 miglia dalla costa, oltre al materiale sopra elencato è indispensabile dotarsi di una zattera di salvataggio, anche di tipo autogonfiabile, in grado di accogliere tutte le persone imbarcate. Spesso non è facile districarsi tra le centinaia di offerte che si trovano in commercio, per questo affidarvi ad un’azienda esperta del settore potrà esservi utile. Blueservice si occupa con professionalità di vendita di prodotti e servizi dedicati alla sicurezza per la navigazione e il nostro staff potrà aiutarvi ad avere un attrezzatura di bordo sempre a norma di legge, affiancandovi nella scelta della zattera più adatta alle vostre esigenze e proseguendo nel tempo con la programmazione delle modalità di revisione. Volete rendere la vostra vita a bordo più semplice e sicura? Allora navigate con noi!