Abbandono della barca, ecco cosa fare

zattera-di-salvataggio

Vi abbiamo già parlato di quanto sia importante avere a bordo tutte le dotazioni di sicurezza necessarie, ora vorremo soffermarci sul loro corretto utilizzo in caso di emergenza. Purtroppo durante la navigazione possono infatti verificarsi, anche se raramente, casi estremi in cui l’abbandono della barca è l’unica via di uscita per salvare l’equipaggio. Se vi doveste trovare in una situazione simile, sapreste come comportarvi? Ecco alcuni consigli pratici su come  abbandonare la barca.

Per prima cosa indossate il vostro giubbotto di salvataggio. A bordo, cercate di posizionare la zattera in modo che sia facilmente accessibile in caso di emergenza, e verificate che sia correttamente assicurata all’imbarcazione. Liberate l’imbracatura della zattera e lanciatela con cautela fuoribordo, tenendola nel lato sottovento e il più possibile vicino alla barca in modo che l’equipaggio possa salirci senza rischiare di finire in acqua.

Salite all’interno della zattera senza scarpe e assicurandovi di non avere oggetti taglienti addosso. Prima di abbandonare l’imbarcazione, se possibile, recuperate tutte le dotazioni e gli accessori di sicurezza presenti a bordo.

Una volta all’interno della zattera, tagliate con il coltello la barbetta di collegamento all’imbarcazione (il coltello di solito si trova vicino alle valvole di gonfiaggio), altrimenti la zattera affonderà insieme alla barca. Allontanatevi dall’imbarcazione in pericolo utilizzando le pagaie in dotazione e cercare di farsi avvistare utilizzando gli appositi fuochi di segnalazione.

Seguire un corso di sicurezza con esercitazione pratica potrebbe essere un’ esperienza utile per testare direttamente come comportarvi. Vi ricordiamo che per noi della Blueservice la vostra sicurezza è l’obiettivo principale e siamo sempre in prima linea per aiutarvi a gestire ogni situazione di emergenza al meglio. Pronti alla crociera estiva?